News

Dalla COVIP il “Comparatore dei costi delle forme pensionistiche complementari”

Per semplificare il confronto sull’onerosità delle diverse forme pensionistiche complementari, la COVIP ha pubblicato uno strumento interattivo che consente di raffrontare, anche in forma grafica, gli Indicatori sintetici dei costi (ISC) relativi a differenti linee di investimento.

 

Sottolinea, infatti, la COVIP che, al fine di compiere scelte previdenziali consapevoli e adeguate, è necessario conoscere le caratteristiche delle forme pensionistiche, valutando in particolare i costi applicati, che possono impattare in modo significativo sulla pensione che verrà erogata. Per questo motivo si è deciso di rendere disponibile un indicatore che esprime in modo semplice e immediato il costo annuale, in percentuale della posizione individuale maturata, sostenuto da un iscritto ad una forma pensionistica.

 

L’ISC viene calcolato secondo una metodologia definita dalla COVIP, facendo riferimento a un aderente-tipo che versa un contributo annuo di 2.500 euro e ipotizzando un tasso di rendimento annuo del 4%; si precisa che sono utilizzati i costi standard applicati dalle forme pensionistiche, senza tenere conto delle eventuali agevolazioni riconosciute a particolari categorie di aderenti.

 

Qui il “Comparatore dei costi delle forme pensionistiche complementari”

Leggi dopo

Le Bussole correlate >