News

Credito d'imposta per la previdenza obbligatoria al 100%

Quest’anno il credito d’imposta in favore degli enti di previdenza obbligatoria e delle forme di previdenza complementare, istituito dalla Legge di Stabilità 2015 (art. 1, comma da 91 a 94, L. 190/2014), spetterà in misura piena e potrà essere utilizzato in compensazione. L’Agenzia delle Entrate ha infatti stabilito, con Provvedimento n. 116001/2017, che “la misura percentuale massima del credito d’imposta spettante è pari al 100% dell’importo richiesto, risultante dalle domande validamente presentate nel 2017”.

 

Per le casse, il credito in questione è pari alla differenza tra l'ammontare delle ritenute e imposte sostitutive applicate nella misura del 26% sui redditi di natura finanziaria dichiarate e certificate dai soggetti intermediari o dichiarate dagli enti medesimi e l'ammontare di tali ritenute e imposte sostitutive computate nella misura del 20% a condizione che i proventi assoggettati alle ritenute e imposte sostitutive siano investiti in attività di carattere finanziario a medio o lungo termine. Per le forme di previdenza complementare il bonus è pari al 9% del risultato netto maturato, assoggettato all'imposta sostitutiva del 20% applicata in ciascun periodo d'imposta, a condizione che un ammontare corrispondente al risultato netto maturato assoggettato alla citata imposta sostitutiva sia investito in attività di carattere finanziario a medio o lungo termine.

 

I beneficiari potranno utilizzare in compensazione il credito in parola, presentando il modello di pagamento F24 esclusivamente attraverso i servizi telematici dell'Agenzia delle Entrate, pena lo scarto dell'operazione di versamento. 

Leggi dopo