News

Contributi sospesi nelle zone terremotate, le modalità di versamento

Il Messaggio n. 895, datato 27 febbraio 2018, dell’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale ha reso note le modalità di versamento di quei contributi previdenziali ed assistenziali che, a seguito degli eventi sismici che hanno interessato le Regioni di Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo, erano stati sospesi dall’art. 48, co. 13, del D.L. n. 189/2016.

 

Le istruzioni dell’Ente previdenziale si sono rese necessarie poiché il D.L. n. 148/2017 ha stabilito la ripresa in data 31 maggio 2018 (inizialmente fissata al 30 ottobre 2017 e poi prorogata), per le suddette Regioni, degli adempimenti e dei versamenti sospesi.

 

 

Nello specifico, il Messaggio contiene le indicazioni circa le modalità di versamento dei contributi sospesi per:

  • aziende con dipendenti;
  • artigiani e commercianti;
  • liberi professionisti e committenti tenuti al versamento dei contributi alla gestione separata;
  • aziende agricole assuntrici di manodopera;
  • lavoratori agricoli autonomi e concedenti a piccola colonia e compartecipazione;
  • datori di lavoro domestico;
  • aziende con natura giuridica privata con dipendenti iscritti alla Gestione Pubblica.
Leggi dopo