News

Certificazione del contratto di appalto: indicazioni operative

L’INL precisa i requisiti necessari per una corretta certificazione dei contratti di appalto (Nota INL 19 aprile 2019 n. 3861).

In caso di certificazione di un contratto di appalto occorre che l’istanza di inizio del procedimento:

- sia sottoscritta da entrambe le parti del contratto;

- contenga tutti gli elementi utili a consentire una compiuta valutazione da parte della Commissione di certificazione;

- sia inoltrata dalla Commissione di certificazione all’ITL interessata dagli effetti della certificazione in relazione al luogo di svolgimento della prestazione lavorativa e non in relazione alla sede legale dell’impresa che ha sottoscritto l’istanza (che - nel caso dell’appalto - è l’impresa appaltatrice).

Inoltre, se la certificazione proviene da un Ente bilaterale, questo deve essere esclusivamente costituito ad iniziativa di una o più associazioni dei datori di lavoro e dei lavoratori comparativamente più rappresentative (art. 2, c. 1 lett. h), D.Lgs. 276/2003).

In mancanza di tali requisiti la certificazione non ha effetti.

La certificazione non produce alcun effetto in presenza di condotte di rilievo penale, ivi comprese quelle connesse alla somministrazione fraudolenta (art. 38 bis D.Lgs. 81/2015).

 

 

 

 

Leggi dopo

Le Bussole correlate >