News

Calcolo malattia, maternità e tubercolosi: importi giornalieri

Resi noti dalla Circolare INPS n. 70/2017 i salari medi e convenzionali, e le altre retribuzioni o importi, sulla cui base vanno determinate le indennità di malattia, maternità/paternità e tubercolosi dei lavoratori, con riferimento ai periodi di paga 2017.

 

In particolare, l’INPS comunica, ai fini della liquidazione delle indennità di malattia, maternità/paternità e tubercolosi, la cui misura deve essere calcolata con riferimento a periodi di paga compresi nell’anno 2017, gli importi giornalieri sulla cui base vanno determinate tali prestazioni, per le seguenti categorie di lavoratori interessati:

  • lavoratori soci di società e di enti cooperativi;
  • lavoratori agricoli a tempo determinato;
  • compartecipanti familiari e piccoli coloni;
  • lavoratori italiani operanti all’estero in Paesi extracomunitari;
  • lavoratori italiani e stranieri addetti ai servizi domestici e familiari (solo maternità/paternità);
  • lavoratrici autonome: artigiane, commercianti, CD-CM, imprenditrici agricole professionali e pescatrici autonome della piccola pesca marittima e delle acque interne (solo maternità/paternità).

Inoltre, l’Istituto indica gli importi da prendere a riferimento, nell’anno 2017, per le seguenti prestazioni:

  • lavoratori iscritti alla Gestione separata dei lavoratori autonomi (maternità/paternità, congedo parentale, malattia e degenza ospedaliera);
  • assegni di maternità dei Comuni (importo prestazione e limite reddituale);
  • assegni di maternità dello Stato;
  • limiti di reddito per l’indennizzabilità del congedo parentale nei casi previsti dall’art. 34, comma 3, D.Lgs. n. 151/2001 (limite reddituale);
  • indennità economica ed accredito figurativo per i periodi di congedo riconosciuti in favore dei familiari di disabili in situazione di gravità (importi massimi per l’anno 2017).
Leggi dopo