News

AE: cessione ecobonus per società di somministrazione di lavoro

Via libera alla cessione dell’ecobonus a favore della società che fornisce personale somministrato alle imprese appaltatrici di lavori o che partecipa un'associazione temporanea di imprese fornitrici di beni e di servizi per assumere appalti per le opere che legittimano la cessione. La conferma arriva dall’Agenzia delle Entrate, tramite la Risposta n. 61 pubblicata il 5 novembre 2018.

 

 

Secondo quanto precisato dall’Amministrazione finanziaria alla società istante, l'impresa svolge la propria attività ed effettua gli interventi che danno origine alla detrazione cedibile anche sulla base del lavoro prestato dal lavoratore somministrato, in particolare fornendo fattori produttivi al pari del fornitore dei materiali necessari per eseguire l'opera di cui alla Circolare 17/E/2018.

Nel caso di specie, dunque, per le Entrate “sussiste un 'collegamento' tra la società fornitrice del personale somministrato e il rapporto che ha dato origine alla detrazione, necessario ai fini della cedibilità della detrazione in commento”.

 

 

Ad analoghe conclusioni giunge l’AE anche in merito all’ipotesi in cui la società che svolge l’attività di somministrazione di lavoro partecipi ad un’associazione temporanea di imprese (o raggruppamento temporaneo di imprese) per l’assunzione di appalti per opere che legittimano la cessione del credito.

 

Si legge infatti nella Risposta n. 61 che “l’associazione temporanea di imprese concretizza uno strumento di cooperazione temporanea ed occasionale tra imprese per la realizzazione congiunta di un’opera o un affare (…)  Coerentemente con quanto affermato con la Circolare 17/E/2018 con riferimento ai Consorzi o alle reti d’impresa, deve ritenersi che anche nell’ipotesi in cui la cooperazione imprenditoriale si realizzi attraverso l’associazione temporanea di imprese, il credito corrispondente alla detrazione possa essere ceduto anche a favore delle imprese partecipanti che non hanno eseguito i lavori”.

Leggi dopo