Focus

Vigilanza sul lavoro: verbalizzazione e mezzi di impugnazione

Sommario

La verbalizzazione dell’accertamento congiunto | I mezzi di impugnazione del verbale | Il ricorso ex art. 16 D.P.R. n. 1124/1965 | Conclusioni |

 

L’Ispettorato nazionale del Lavoro ha emanato, in data 14 gennaio 2019, la circolare n. 1 avente ad oggetto: Verbalizzazione accertamenti - indicazioni sulla corretta individuazione dei mezzi di impugnazione. La predetta circolare fornisce indicazioni operative al personale ispettivo in tema di verbalizzazione degli accertamenti ispettivi svolti in materia lavoristica, contributiva ed assicurativa. In particolare, vengono specificati i casi in cui il personale ispettivo potrà ricorre alla c.d. verbalizzazione separata. Le modalità di verbalizzazione degli accertamenti ispettivi, previste dalla circolare in commento, consentiranno al trasgressore di avere un quadro più chiaro e semplice delle contestazioni allo stesso rivolte e dei relativi strumenti di tutela, che potrà utilizzare per esercitare il suo diritto di difesa. Con riferimento al ricorso al Comitato per i rapporti di lavoro, di cui all’art. 17 del D.Lgs. n. 124 del 2004, la circolare n. 1, dopo essersi soffermata sull’ambito di applicazione dello stesso, ha chiarito quali verbali possono essere impugnati utilizzando tale mezzo di impugnazione. Infine, la circolare ha chiarito quale sia il rapporto tra il ricorso ex art. 16 D.P.R. n. 1124/1965 ed il ricorso al Comitato peri i rapporti di lavoro ex art. 17 del D.lgs. n...

Leggi dopo