Focus

Sgravi contributivi e contratti in agricoltura: novità dalla Legge di Bilancio 2018

Sommario

Introduzione | L’esonero contributivo | L’imprenditore agricolo professionale e il coltivatore diretto: cenni | Coltivatore diretto e IAP: differenze | Il coltivatore diretto non è necessariamente imprenditore | I regolamenti UE | Il concetto di nuova attività ai fini previdenziali | Equiparazione ai coltivatori diretti degli imprenditori agricoli professionali: solo per i contratti agrari | Il messaggio dell’INPS relativo alla legge di Bilancio 2017 | I chiarimenti dell'INPS sulle modalità di ammissione al beneficio |

 

Alla luce della Circolare n. 36/18 diramata dall'INPS, che ha come fine quello di promuovere nuove forme di imprenditoria in agricoltura, è riconosciuto anche per il 2018 un esonero contributivo triennale, nonché una riduzione contributiva per un ulteriore biennio (nel limite massimo delle norme europee sugli aiuti de minimis), per coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali di età inferiore a 40 anni, con riferimento alle nuove iscrizioni nella previdenza agricola effettuate nel 2018.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >