Focus

Le procedure di invio dei lavoratori italiani in Paesi UE

Sommario

SVIZZERA | GERMANIA | AUSTRIA | BELGIO | BULGARIA | CIPRO | CROAZIA | DANIMARCA | ESTONIA | FINLANDIA | FRANCIA | GRECIA | IRLANDA | LETTONIA | LITUANIA | LUSSEMBURGO | MALTA | PAESI BASSI | POLONIA | PORTOGALLO | REGNO UNITO | REPUBBLICA CECA | ROMANIA | SLOVACCHIA | SLOVENIA | SPAGNA | SVEZIA | UNGHERIA |

 

Con un precedente contributo abbiamo analizzato gli aspetti giuridici e normativi attinenti l’invio di lavoratori italiani all’estero, nonché le diverse tipologie di dislocamento all’estero – dalla semplice trasferta al distacco – soffermandoci, in particolare, sugli aspetti legali concernenti la missione in paesi dell’Unione Europea piuttosto che in paesi extra UE. Con questo nuovo approfondimento vogliamo fornire, in via del tutto sintetica e schematica quali sono le procedure che comunque, devono essere osservate per inviare i lavoratori in alcuni paesi stranieri. In particolare ci si soffermerà sui procedimenti da rispettare per l’ingresso di lavoratori in Svizzera e in alcuni paesi dell’Unione Europea.

Leggi dopo