Focus

Le peculiarità del contratto a termine stagionale e i recenti sviluppi della contrattazione collettiva

Sommario

Premessa: l’attività stagionale, non solo una questione definitoria | Le attività a carattere stagionale | Le peculiarità della disciplina normativa nel contratto a termine stagionale: meno vincoli e più opportunità | L’intervento propositivo della contrattazione collettiva | Lavoro stagionale nel Commercio | Lavoro stagionale nel Turismo | Conclusioni |

 

La riscrittura del contratto a termine, operata dal D.L. n. 87/2018 (c.d. Decreto Dignità), convertito nella Legge n. 96/2018, da un lato ha lasciato sostanzialmente indenne la disciplina del contratto a termine “stagionale” dalle “stringenti” novità, dall’altro lato ha sollecitato l’azione derogatoria della contrattazione collettiva sui notevoli vincoli posti dalla nuova regolamentazione. È dunque utile ripercorrere le peculiarità normative della stagionalità nel contratto a termine, nonché analizzare la direzione intrapresa dalla contrattazione collettiva che, come è accaduto per i settori del terziario e del turismo, può avere interessanti implicazioni in termini di flessibilità occupazionale per le singole imprese.

Leggi dopo