Focus

La disciplina del TFR in busta paga alla luce della Stabilità e delle disposizioni attuative introdotte con il DPCM 20 febbraio e con l'Accordo 20 marzo

Sommario

Quadro normativo di riferimento | Incidenza della Quir su Tfr e fondi pensione, decorrenze | L’opzione e le alternative | Ambito soggettivo di applicazione | Effetti dell’opzione in relazione agli organici aziendali | Contratto di finanziamento e garanzie del prestito | Interventi del fondo di garanzia, finanziamento del fondo | In conclusione |

 

Con l’adozione del D.P.C.M. 20 febbraio 2015 n. 29, in G.U. n. 65 del 19 marzo 2015, è andato a posto uno dei tasselli del puzzle normativo alla base della questione sinteticamente indicata come “Tfr in busta paga” o anche Quir (Quota integrativa della retribuzione), che trova la fonte legislativa di riferimento nell’art. 1, commi 26-34, l. n. 190/2014. Il quadro è stato completato con l’Accordo 20 marzo 2015, fra MEF, Ministero Lavoro e ABI, concernente specifiche modalità di finanziamento della misura.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >