Focus

Intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro: le linee guida dell’INL

Sommario

La normativa modificata | Elementi della fattispecie | Violazioni in materia di salute e sicurezza | Le condizioni del lavoratore | L’attività investigativa | Identificazione dell’intermediario | Informazioni sui rapporti di lavoro | Indagini patrimoniali e conclusione | Domande per l'accertamento |

 

L’INL, con riferimento alla novità sull’intermediazione illecita e lo sfruttamento del lavoro alla luce delle modifiche introdotte dal legislatore, ha fornito le linee guida cui dovranno attenersi le sedi territoriali ispettive e il Comando Carabinieri per la Tutela del Lavoro nelle attività di controllo, ricordando che occorrerà, in ogni caso, osservare le eventuali diverse indicazioni fornite dalle competenti Procure della Repubblica, sia sugli elementi utili alla configurazione del reato, sia sulle metodologie per l’acquisizione dei relativi elementi di prova. Con Circolare del 28 febbraio 2019, n. 5, dal titolo “Art. 603 bis c.p. intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro – attività di vigilanza – Linee guida”, l’Ispettorato Nazionale del Lavoro, fornisce importanti chiarimenti che di seguito si analizzano e che sono inerenti la riformulazione dell’art. 603-bis c.p., per opera della L. 28 ottobre 2016, n. 199, vigente dal 4 novembre 2016.

Leggi dopo