Focus

Il risarcimento del danno derivante da mobbing e da demansionamento

Sommario

Responsabilità del datore di lavoro per mobbing | Danno risarcibile | Il demansionamento del lavoratore | Il danno risarcibile | Onere della prova e di allegazione | Modalità di accertamento e di liquidazione del danno | L’autotutela | Guida all’approfondimento |

 

Costituisce mobbing la condotta del datore di lavoro, sistematica e protratta nel tempo, tenuta nei confronti del lavoratore nell’ambiente di lavoro, che si risolva, sul piano oggettivo, in sistematici e reiterati abusi, idonei a configurare il cosiddetto terrorismo psicologico, e si caratterizzi, sul piano soggettivo, con la coscienza ed intenzione del datore di lavoro di arrecare danni - di vario tipo ed entità - al dipendente medesimo. L'Autore del Focus analizza la responsabilità del datore di lavoro per mobbing e il demansionamento del lavoratore con i relativi danni risarcibili e le modalità di accertamento e di liquidazione di questi, proseguendo la propria disamina con l'onere della prova e il regime dell'autotutela.

Leggi dopo