Focus

Il rapporto di lavoro subordinato nel nuovo codice della crisi d’impresa

Sommario

La composizione dei rapporti di lavoro subordinato | Le modifiche al Codice Civile | Il recesso del curatore e il licenziamento individuale | La risoluzione di diritto | Le dimissioni per giusta causa | I licenziamenti collettivi | L’indennità di mancato preavviso e il ticket licenziamento | La continuazione dell’impresa nella liquidazione giudiziale | Trattamento Naspi | Effetti del trasferimento di azienda sui rapporti di lavoro | Il ruolo del consulente del lavoro nella crisi d’impresa |

 

Con la pubblicazione in G.U. 14 febbraio 2019, n. 38, il D.lgs. 12 gennaio 2019, n. 14, il c.d. Codice della Crisi d’Impresa (CCI) diventa legge dello Stato. Con tale provvedimento il Legislatore ha posto in atto un imponente restyling alla disciplina normativa delle procedure concorsuali sino ad oggi regolate dal R.D. 16 marzo 1942, n. 267 (c.d. Legge Fallimentare). Tra le molteplici novità non mancano anche quelle attinenti i rapporti di lavoro subordinato che, diversamente da passato, trovano disposizioni specifiche all’interno del CCI. Anche se parte dei dispositivi inseriti nel provvedimento verranno applicati gradualmente, il D.lgs. n. 14/2019 vedrà la sua integrale entrata a regime a decorrere da agosto 2020.

Leggi dopo