Focus

Extracomunitari in regime di protezione e maxi-sanzione per lavoro nero

Sommario

Lo status di rifugiato | Lavoro nero e maxi-sanzione | Maxi-sanzione e lavoratori clandestini | L’intervento del ministero del lavoro | In conclusione |

 

Con nota prot. n. 14751 del 16/07/2016, la Direzione generale per l’attività ispettiva presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, rispondendo ad uno specifico quesito, ha chiarito che l’occupazione irregolare di cittadini extra-comunitari, richiedenti protezione internazionale ed asilo politico, in possesso della ricevuta di verbalizzazione della relativa domanda, comporta la sola applicazione della maxi-sanzione di cui all’art. 3, comma, 3, del D.L. n. 12/2002, convertito dalla L. n. 73/2002, come da ultimo modificato dall’art. 22 del D.Lgs. n. 151/2015, non potendosi, al contrario, ritenere integrata la fattispecie di reato di cui all’art. 22, comma 12, del D.Lgs. n. 286/1998.

Leggi dopo