Focus

Disciplina in materia di mansioni: il punto dopo le novità del D.lgs. n. 81/2015

Sommario

Abstract | Quadro normativo | Mobilità orizzontale e concetto delle mansioni equivalenti | Assegnazione a mansioni inferiori | Demansionamento ex lege | Assegnazione a mansioni superiori | In conclusione |

 

Il decreto legislativo 15 giugno 2015, n. 81 ha modificato in maniera sostanziale la disciplina del c.d. jus variandi, vale a dire il potere del datore di lavoro di modificare unilateralmente le mansioni del lavoratore, senza il necessario consenso di quest'ultimo. La nuova formulazione dell'art. 2103 c.c. ha in tal modo ampliato significativamente la possibilità per il datore di lavoro di modificare e rendere più flessibili l'organizzazione del lavoro e l'attività produttiva. Nel presente lavoro si esaminano le variazioni apportate alla disciplina in materia, alla luce delle novità in vigore dal 25 giugno 2015, facendo il punto sull'argomento.

Leggi dopo