Focus

Cumulabilità della NASpI con il reddito lavoro autonomo agricolo

Sommario

Le modalità per accostare la NASpI all’attività di lavoro agricolo autonomo | I requisiti utili a richiedere la NASpI e la disciplina conseguente | I casi di decadenza del beneficio della NASpI | Conclusioni |

 

Il soggetto che sta usufruendo della NASpI e sceglie di intraprendere l’attività di lavoratore agricolo autonomo (coltivatore diretto od imprenditore agricolo professionale) può non perdere il diritto di usufruire dell’integrazione al reddito, purché il reddito annuo prodotto non superi €4.800,00. Tale opportunità, introdotta inizialmente dall’art. 10, D.lgs. 4 marzo 2015, n. 22, è stata successivamente modificata dall’art. 34 co. 3, lett. b), D.lgs. 14 settembre 2015, n. 150 a cui ha fatto seguito la Circolare INPS 27 novembre 2015, n. 194. Infine lo stesso Istituto previdenziale ha ritenuto opportuno ritornare sull’argomento attraverso il Messaggio 21 settembre 2018, n. 3460.

Leggi dopo