Focus

Chiarimenti ministeriali sulle Collaborazioni

Sommario

Abstract | Disciplina previgente | La nuova disciplina nella circolare ministeriale: etero-organizzazione | La stabilizzazione delle collaborazioni | In conclusione |

 

Il Ministero del Lavoro, con Circolare n. 3/2016, diretta agli organi ispettivi, fornisce (ad oltre sette mesi dall’entrata in vigore del D.Lgs. n. 81/2015), i “primi chiarimenti interpretativi” relativi alla nuova disciplina in materia di collaborazioni coordinate e continuative e di superamento del contratto di lavoro a progetto. Sebbene un po’ in ritardo, il testo conforta molte interpretazioni fin qui fornite dalla dottrina e dagli operatori, a cui conferisce carattere di ufficialità. È molto utile dunque vederne il contenuto, soprattutto per chi deve calare le nuove norme nella pratica professionale. Si cercherà quindi di comprendere la reale portata della riforma, osservandola anche in una luce evolutiva, ossia confrontandola, brevemente, con il quadro previgente, che peraltro continua ad applicarsi (ma con alcuni accorgimenti essenziali) alle collaborazioni a progetto già in corso al 25 giugno scorso e non ancora esaurite.

Leggi dopo