Focus

Bonus formazione differenziato in base alle dimensioni dell’impresa

Sommario

Introduzione | La novità contenuta nella legge di Bilancio 2018 | Chi sono i soggetti che possono beneficiare dell’agevolazione secondo la legge di Bilancio 2018 | Attività che consentono di beneficiare del credito di imposta: i chiarimenti dal decreto attuativo | Le spese che possono beneficiare del credito di imposta | Come funziona il credito di imposta | Le novità contenute nella legge di Bilancio 2019 | Le microimprese, le piccole e medie imprese: definizione | Conclusioni |

 

È prorogata di un ulteriore anno per il credito d’imposta formazione del personale dipendente (c.d. “Bonus formazione 4.0.”); la disciplina prevista nel 2018 dalla legge di bilancio 2018 trova applicazione anche alle spese di formazione sostenute nel periodo d’imposta 2019. Le disposizioni in esame mantengono fermo il limite massimo annuale di 300.000 euro ed effettuano alcune rimodulazioni del credito, secondo la dimensione delle imprese: in particolare, il credito è attribuito alle piccole imprese nella misura del 50% delle spese sostenute per la formazione (in luogo della precedente misura del 40%); rimane ferma la misura del 40% per le medie imprese e viene ridotta al 30% per le grandi imprese. Per queste ultime vi è anche un limite massimo annuale di 200.000 euro.

Leggi dopo